Progetto LEI: PerMicro partecipa al progetto per il Carcere di Torino

LEI_PerMicro

PerMicro è fiera di annunciare la sua partecipazione al Progetto LEI (Lavoro Emancipazione Inclusione), realizzato a Torino con il contributo finanziario di Compagnia di San Paolo, la partecipazione dell’Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo nell’ambito del Progetto Logos, il co-finanziamento di Casa Circondariale Lorusso e Cutugno di Torino, Associazione Arione onlus, Cooperativa sociale ExtraliberiCooperativa Sociale Patchanka, Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri e infine il contributo in kind di Intesa Sanpaolo S.p.A., in qualità di ente titolare del Museo del Risparmio.

Il progetto è rivolto in particolare alle donne del Carcere di Torino, con l’obiettivo primario di potenziare le loro opportunità di formazione e occupabilità e di ampliare la platea di coloro che possano disporre di maggiori possibilità di inserimento socio-lavorativo. Il progetto si propone in particolare di:

  • consentire alle detenute di apprendere o affinare le competenze nella prospettiva dell’uscita dal carcere e di un reinserimento socio-lavorativo volto alla prevenzione della recidiva;
  • responsabilizzare le detenute verso il rispetto delle regole, dei tempi e degli impegni;
  • migliorare la condizione detentiva mediante attività che consentano il superamento dell’ozio;
  • aumentare l’autostima attraverso la scoperta o il miglioramento di attitudini e capacità;
  • promuovere un clima di serenità attraverso il rispetto reciproco e con il personale del carcere.

Nel primo anno di attività beneficeranno delle attività del progetto circa 40 donne, detenute all’interno della Casa Circondariale di Torino.

PerMicro è soprattutto coinvolta nell’accompagnamento socio educativo: per le donne che potranno accedere a misure alternative o prossime al fine pena, sono infatti attivati percorsi di accompagnamento socio-educativo volti a sostenere la detenuta nel suo percorso di reinserimento.
Per tutte le donne inserite nel progetto sono inoltre attivati:
– Interventi di educazione finanziaria di base
– Interventi sull’autoimprenditorialità e accesso al microcredito

Sono previsti percorsi per detenute in fine pena ritenute idonee a beneficiare di microcrediti all’impresa attraverso il coinvolgimento di PerMicro, per l’avvio di attività imprenditoriali autonome all’esterno.

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] l’esperienza nel Progetto L.E.I., si è stabilito che alcune fasi del progetto sarebbero state particolarmente rivolte a persone […]

I commenti sono chiusi.